Comune di Donori - Comunicazione - 07/2019

Elezione del Presidente della Regione e del XVI Consiglio regionale della Sardegna - 24 Febbraio 2019

Oggetto: Elezione del Presidente della Regione e del XVI Consiglio regionale della Sardegna - 24 Febbraio 2019

Anno
2019
Settore
Area Amministrativa
Tipo
Comunicazione
Numero
7
Data Inizio Pubblicazione
06/02/2019
Data di scadenza
Validato e pubblicato da
maria pina cabiddu

Domenica 24 febbraio 2019 si svolgeranno in Sardegna le elezioni del Presidente della Regione e dei componenti del XVI Consiglio regionale.

I seggi apriranno alle ore 6:30 e, dopo le operazioni preliminari, si potrà votare fino alle ore 22.00.

Si vota nella sola giornata di domenica.

Per poter votare occorre presentarsi presso il proprio seggio elettorale muniti della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Qualora la tessera elettorale sia stata smarrita, si sia deteriorata, o gli spazi a disposizione siano completi, si può chiedere il duplicato rivolgendosi all’Ufficio elettorale del Comune di Donori, nella giornata di domenica 24 febbraio, dall'inizio delle operazioni elettorali,  fino al termine delle operazioni di voto.

Agevolazioni e contributi per i viaggi a favore dei cittadini residenti all'estero (A.I.R.E.);

Documentazione
L'elettore deve presentare al Comune in cui ha votato:

  • la tessera elettorale o autorizzazione sostitutiva della stessa, vidimata presso la sezione elettorale e attestante l’avvenuta votazione;
  • il documento d'identità;
  • i biglietti di andata e ritorno (o carte d’imbarco per i biglietti aerei emessi da agenzie di viaggio o acquistati su internet), comprovanti che il viaggio è stato effettuato entro i termini indicati.

Note: L'elettore deve dimostrare, con i biglietti dell’intero viaggio, di essere arrivati entro i due mesi precedenti la data delle consultazioni (arrivo al Comune sardo) e ripartiti non oltre i due mesi successivi alla data delle consultazioni stesse (partenza per lo stato estero). E’ esclusa la possibilità di beneficiare del contributo per una sola tratta anche se avvenuta nei termini.

Nel caso in cui il viaggio di andata o di ritorno preveda la necessità di più mezzi, lo scalo non dovrà superare le 24 ore di sosta, pena la non rimborsabilità.

Sono ammesse al rimborso solamente le spese di viaggio ammissibili e documentate, oggettivamente riconducibili all’elettore e al tragitto percorso dallo stesso.

Sono ricomprese le spese del solo soggetto elettore, comprovate da titoli di viaggio a mezzo aereo, nave, bus extraurbano e treno purché il tragitto effettuato sia coerente con l’itinerario del viaggio dell’elettore e nei limiti degli importi massimi rimborsabili previsti dalla normativa vigente.

Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per pedaggi autostradali, auto a noleggio con o senza conducente o di soggetti terzi, per parcheggi, per uso di taxi, del chilometraggio con mezzo proprio e il costo del passaggio auto in nave.

L'interessato deve presentarsi presso il Comune nel quale ha votato e consegnare al funzionario incaricato la documentazione precedentemente indicata.

Il contributo è commisurato alle spese di viaggio effettivamente sostenute fino ad un massimo di 250 euro per gli elettori provenienti da paesi europei e 1.000 euro per gli elettori provenienti da paesi extraeuropei.

Torna all'elenco

Attenzione!
Per l'utilizzo (visualizzazione, stampa, ricerca, etc.) dei documenti pubblicati, è necessario avere installati sul proprio computer gli appositi programmi di visualizzazione. Per poterli scaricare liberamente è sufficiente andare alla pagina Programmi utili del portale comunale e seguire le istruzioni riportate.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto