Festività e sagre

Festività religiose

Si ricordano a gennaio Sant’Antonio (il 17) e San Sebastiano (il 20). Per Sant’Antonio durante la messa viene distribuito il pane benedetto, mentre San Sebastiano viene festeggiato con una messa e il tradizionale falò, su Fogadoni.

Il 3 febbraio per San Biagio il parroco incrocia simbolicamente due candele chiedendo la protezione del santo contro le malattie della gola e, dopo la messa, si distribuiscono is piricchittus (dolci tradizionali).

Molto sentita dai donoresi è la festività del Corpus Domini, che chiude il ciclo delle feste dopo Pasqua. In occasione di tale solennità, si porta in processione, racchiusa in un ostensorio, un'ostia consacrata ed esposta alla pubblica adorazione. Durante la festa, si svolgono solenni processioni all'interno delle vie del paese, addobbate a festa con lenzuole e coperte sistemate fuori dalle finestre, con vasi e piante ai lati delle strade che vengono coperte di petali di rose, fiori e erbe varie (rosmarino, menta, limonella) realizzando la tradizionale “Ramadura” .

San Giorgio Vescovo, il Patrono, si festeggia la terza domenica di aprile. La mattina is cunfraras portano in spalla il simulacro del santo in processione per le vie del paese con gruppi in costume e suonatori di launeddas, mentre i fedeli recitano il rosario in sardo. Al termine della messa vengono intonati i caratteristici Goccius de Santu Giorgiu Obispu.

Da alcuni anni, la sera della vigilia viene celebrata la messa con gli ammalati, mentre il lunedì mattina la messa è dedicata alla Madonna di Bonaria. Otto giorni dopo, per l’Ottava viene portato in processione un simulacro più antico chiamato Santu Giorgiu Luibonu.

La terza settimana di settembre si festeggia la Madonna della Difesa, Sa Defenza. I festeggiamenti iniziano il sabato sera con la Santa Messa e la processione che accompagna il simulacro fino alla chiesa campestre. Il lunedì il simulacro rientra nella chiesa parrocchiale accompagnato da una solenne processione, molto partecipata dalla popolazione locale, con gruppi in costume, cavalieri e traccas.

Festeggiate sono anche Santa Rita (22 maggio), con la benedizione delle rose, Santa Barbara, il cui culto si lega con l'esistenza della vicina Miniera, ed ancora l'Immacolata (8 dicembre) e Santa Lucia (13 dicembre).

Sagre

Alla fine del mese di luglio a Donori la Sagra dell'Emigrato, dedicata ai donoresi non più residenti, accoglie chi voglia rivisitare il paese d’origine offrendo in degustazione i piatti della cucina tradizionale.


Visualizza in modalità Desktop